Skip links

Accappatoio

Avvolgersi in un morbido accappatoio. Un gesto semplice. Scontato. Abitudinario. Ripetuto migliaia di volte nella tua vita. E chissà quante altre volte ancora lo ripeterai. L’hai ripetuto così tante volte da non accorgertene più. Un giorno ti accorgi di aver perso tutto. Quasi tutto. L’accappatoio ti è rimasto. Avvolgersi in un morbido accappatoio. Sembra scontato ma ora sai che non lo è. Quando ti accorgi di aver perso tutto, ti accorgi che quando avevi tutto non ti accorgevi di nulla. Quando hai tutto, hai anche paura di perderlo. Paura del nulla. Quando perdi tutto, perdi anche la paura. Non ti serve più. Non hai più nulla da perdere. Perdendo tutto, perdi l’idea stessa del possesso. Sai di non possedere cose e persone. Non possiedi nemmeno i momenti. Ogni momento è un pezzo unico che vivi ma non ti appartiene. Avvolgersi in un morbido accappatoio. Un gesto semplice. Scontato. Abitudinario. Unico… Come quando l’orso Tommy, che ha appena perso il suo cuore di carta sparito nel cappello a cilindro del mago, viene avvolto dal morbido abbraccio del coniglio uscito dal cappello a cilindro del mago al posto del suo cuore. L’abbraccio che gli restituisce il cuore… Come ti sia venuta in mente quella fiaba nemmeno lo sai. È un momento. Il nulla ti restituisce tutto. Per un momento. 

Leave a comment